L’approdo

tan_shaun_the-arrival2.jpg

L’approdo
di Shaun Tan
Elliot Edizioni, nov. 2008 – 128 pagg. col. cart. – 22,00€

L’approdo è un libro magico, capace di catapultarci in un viaggio surreale verso una terra promessa ricca di simbolismi e strane creature. Privo di dialoghi o didascalie vive attraverso illustrazioni cinematografiche che testimoniano l’epopea di un uomo alla ricerca di nuove opportunità per la propria famiglia. L’arrivo nel nuovo mondo, rappresentato come una terra aliena piena di scritte illeggibili e oggetti futuristici dall’uso incomprensibile, rappresenterà l’inizio di un difficile percorso di integrazione ricco di momenti poetici e buffe esperienze. Supportato da un impianto narrativo visionario, codifica efficacemente in chiave favolistica il drammatico percorso di vita degli emigranti, infondendo un senso di meraviglia nel lettore e rendendo le tematiche adulte accessibili anche ai bambini. L’opera di Shaun Tan, eletta libro dell’anno 2007 dal “New York Times” e vincitrice del Fauve d’Or al Festival internazionale del fumetto di Angoulême, si dimostra un esperimento coraggioso in tempi di caccia alle streghe rispetto al tema dell’immigrazione. Capace, inoltre, di imporre una riflessione doverosa sull’amara parabola dello “straniero”, spesso frettolosamente bollato come nemico o delinquente.

Frank Einstein

Questa recensione è pubblicata anche da Lo Spazio Bianco


L’approdoultima modifica: 2009-02-18T08:31:00+00:00da nandokhan
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento